Dopo un altro paio di settimane di presenza semi-passiva su OkCupid ho capito una cosa: sono troppo romantica io per ‘ste cose.

Quelli che mi contattano sono tipi a postissimo, niente da recriminare, anche se un paio mi hanno messo addosso un briciolo di paura. Volevano subito sapere il mio vero nome, parlarmi al telefono, uno addirittura dopo due righe in chat mi ha invitata ad andarlo a trovare in Dubai. La maggior parte sono comunque amichevoli, interessati, colti e ben educati. E sovrappeso, hmpf.

L’unico che invece mi era decisamente piaciuto fisicamente – uno svedese – nel suo profilo si autodefinisce sarcastico (ottimo), sognatore (meno ottimo) e… sporco. Thank you very much.

Alcuni devono poi essere dell’opinione che la gente normale non si sposti più di 10 km dal posto dove sono nati. Venire a Vienna per tre giorni – lavoro o svago – lo considerano quindi un evento epocale, una roba che merita applausi, giubilo e magari un’ala di gente che gli sventola le bandierine. Scrivono convinti:

“Hey! La settimana prossima sono a Vienna di passaggio! Dobbiamo assolutamente prenderci un drink!”

“Mah, non saprei…” rispondo io perplessa;

“Ma come! Sarò a Vienna! Pazzesco, proprio dove vivi tu! Dai, un’occasione imperdibile!”

“Mah, sai… Vienna ha due milioni di abitanti, non mi pare un’occasione tanto incredibile…” quasi col timore di offendere;

“Ma non hai capito? SARÒ A VIENNA! PROPRIO VIENNA!! Incredibile!!!”

(Monica is offline)

Del portale per cuori solitari non riesco a digerire la brutalità, ecco. Perché è chiaro che siamo tutti qui in cerca di un’anima gemella, inutile far finta lo scopo sia un altro, ma magari prenderla un pelo più alla larga non sarebbe male, no?

Per esempio, tra le migliaia di domande a cui ho risposto ce ne erano alcune sul sesso orale (e no, non vi racconto come ho risposto). Mi è capitato più volte di venire interrogata direttamente dal primo di passaggio in chat sul perché e il percome avessi risposto così o cosà.

“Tesoro!” ho cercato di placcare “Le mie risposte sono lì perché tu le legga, certo, ma dopo tre righe di comunicazione mi pare un attimo indelicato partire in quarta con ‘ste domande, non trovi?”

“Vero, scusa l’indelicatezza. E col sesso anale come te la cavi?”

(Monica is offline)

Al Fidanzato Asburgico è andata invece meglio. Mentre i miei ammiratori sembrano essere tutti un pochino gli scarti della gente normale, le sue ammiratrici sono delle sventole da paura. Nonostante le precise identiche impostazioni del profilo, lui si ritrova con uno stuolo di donzelle più giovani di lui, carine, eleganti, simpatiche, educate e soprattutto molto discrete. Così la prossima volta imparo a coinvolgerlo nelle mie boiate!

 

PS Una menzione speciale al test “Would you have been a Nazi”, che ho trovato nel portale, e che mi ha prima regalato una piccola soddisfazione personale, seguita a ruota da una delle brutte figure più imbarazzanti della mia vita. Ma questa è un’altra storia.