Gli Austriaci adorano i succhi di frutta. Appena arrivata in terra asburgica non la smettevo più di sorprendermi.

No, perché qui con succo di frutta non intendono le bottigline di vetro della mia infanzia, quelle che mamma mi infilava nella cartella quando uscivo per andare alle elementari. E nemmeno i più moderni cubetti di Tetrapack con la cannuccia incollata davanti, da infilare nel buchino.  Qui intendono proprio i cartoni da un litro, e al supermercato c’é un corridoio lunghissimo apposta. Venticinquemila gusti diversi.

I succhi di frutta, in Austria, sono infatti una bevanda per adulti. Credetemi. Durante le pause pranzo con i colleghi di lavoro, quando un direttore vendite alto un metro e novanta, un mostro che con un’occhiata riuscirebbe a far impallidire Saddam, ordina un Apfelsaft gespritz, mi viene sempre un po’ da ridere. L’Apfelsaft gespritz suona terribile, è invece banalissimo succo di mela allungato con acqua minerale o soda. In pratica la bevanda nazionale. Dopo la birra.

E io che credevo che quando non si consuma alcool, l’unica scelta seria per un adulto fosse l’acqua. Liscia o minerale, fate voi, ma acqua.

In casa di succhi di frutta non ne abbiamo praticamente mai. A me nemmeno viene in mente di comprarli. Il Fidanzato Asburgico, che li chiama Zuckerwasser (acqua zuccherata), mi ha più volte confermato che se proprio deve buttar giù un paio di calorie inutili, preferisce altre opzioni. Che so, una cucchiaiata di Nutella.

Ieri sera, misteriosamente, è comparso in casa nostra un cartone di Multivitaminsaft – succo multivitaminico. L’ho trovato in frigo, e il Fidanzato Asburgico, dopo avermi vista che lo osservavo perplessa e infreddolita di fronte allo sportello aperto, mi ha svelato il mistero.

“L’ho comprato io stamattina. Un impulso del momento, negli ultimi giorni ti vedo tanto stanca… chissà, magari aiuta”.

Ho avuto un moto di tenerezza e mi sono immediatamente versata un bel bicchierone della miracolosa bevanda. Era ottimo.

Il Fidanzato Asburgico ed io ci siamo poi intrattenuti brevemente sul sapore del succo multivitaminico. Non riuscivamo ad identificarlo. Arancia? Albicocca? Papaia? Il gusto del succo multivitaminico è un mistero. E ancora più misteriosamente, non cambia da marca a marca.

Come si chiama in italiano?

Perché io mi rifiuto di chiamarlo Multivitaminsaft Geschmack! Questa lingua è ostica, e io la parlo bene, per carità. Ma c’é un limite a tutto!