Originariamente pubblicato su Italians il 16.04.2011

Caro Beppe e cari Italians,

alle lettere che vi arrivano, oltre al nome dell’autore andrebbe aggiunta l’età. Credo infatti che il Paolo Ginobbi (“Appena manca il sesso, la coppia si sfascia”, 15 aprile), che disquisiva sugli uomini che vogliono solo “quello” dalle donne, sia un adolescente. Magari mamma e papà non hanno dato il migliore esempio possibile, e lui crede che la relazione perfetta con una donna sia quella in cui lei gliela dà al minimo cenno. Magari da sposare in fretta, prima che la dia a qualcun altro. Mi ha ricordato certi discorsi che facevano i compagni di liceo sghignazzando. A Paolo, con un pizzico di cattiveria, auguro di invecchiare accanto alla donna dei suoi sogni. Tra qualche decennio, quando non gli si rizzerà più, la consorte lo starà aspettando sul letto a gambe larghe, buona e zitta. Mentre lui vorrebbe tanto andare al cinema, o fare quattro chiacchiere sull’ultimo libro che ha letto. Paolo, non sottovalutare intelligenza e conversazione! Che prima o poi non ti rimarrà altro. Su tutt’altro piano, vorrei ringraziare Beppe, Tex e Letizia Virtuale, che scelgono spesso lettere fuori da coro, immagino per il gusto di insaporire “Italians”. Negli ultimo due giorni ci avete regalato l’apoteosi della donna buona solo per il letto e la perla di Luca Rossi (“Abbordaggi maschili (e non solo)”, 14 aprile) sull’uomo cacciatore che, carico di ormoni, è la natura bellezza!, non può fare altro che importunare le donne. Almeno ringraziassero! Un agghiacciante spaccato dell’Italia di oggi, dove le donne vengono svilite in molti modi. E spesso nemmeno se ne accorgono. Saluti da Vienna,

Monica Mel