Ci sono film che, per misteriosi motivi da palinsesto televisivo, passano e ripassano in TV per mesi. Anni. In Austria siamo nella fase Pirati dei Caraibi.

Ieri sera, mentre aspettavamo l’inizio di un film, abbiamo rivisto la fine della prima puntata. Per la precisione la scena in cui Keira Knightley, prima di baciare Orlando, dice al di lei papà:

“Non è un fabbro! È un PIRATA!”

Il papà prima le sorride benevolo, poi si rimette in testa il cappello con la piuma, si gira e se ne va.

Bacio.

Sipario.

Ma dico, stiamo scherzando? Attenzione che ci sono ragazzine che guardano! E poi fanno il confronto con il loro, di papà. E ci restano malissimo.

Perché, non so voi, ma il mio, di papà, col cavolo che mi lasciava lì in sottoveste stracciata, abbarbicata ad un pirata. E il mio è pure un papà piuttosto accomodante, eh, mica un padre-padrone dell”800! No, dico, un pirata! Quasi quasi era ancora meglio il principe azzurro…